COPENAGHEN IN DUE GIORNI

Due settimane fa, comodamente seduta sul divano, stavo sbirciando le offerte di Ryanair, così, giusto per curiosità. Non avevamo in mente altri viaggi per quest’anno, ma ecco che mi cade l’occhio proprio su un volo a 15 euro per Copenaghen!. Non essendo mai stati in Danimarca, non potevamo farci sfuggire questa occasione!Credo che non ci sia nulla di più bello dell’organizzare un viaggio in meno di 10 minuti!. Quei viaggi inaspettati e decisi all’ultimo che non deludono mai! Copenaghen si è infatti rivelata una città stupenda, forse una delle più belle che abbia mai visto finora. Nonostante l’abbiamo girata in soli due giorni, ci ha letteralmente stregati!
Prima di descrivervi il nostro itinerario, premetto che noi abbiamo girato Copenaghen in due giorni a piedi. Abbiamo camminato davvero tanto per non perderci nulla e alla sera ci siamo ritrovati con gambe e piedi rotti, ma ne vale assolutamente la pena!

6 Settembre:
Di solito i voli Ryanair hanno sempre orari un po’ balordi.
Ma questa volta siamo stati davvero fortunati. La partenza è prevista per le 6.30 del mattino, mentre il ritorno del 7 settembre è alle 20.55. Insomma, abbiamo due giorni belli pieni per visitare la città! Il volo dura 2 ore circa, e per le 8.30 atterriamo in terra danese. Durante la fase di atterraggio riusciamo a vedere il famoso ponte Oresund che collega la Danimarca alla Svezia! Davvero suggestivo! Se avete la possibilità di scegliere i posti sul vostro volo, scegliete di stare sul lato sinistro. In questo modo potrete vedere il ponte!

20160906_084048_hdr

Una volta a terra, preleviamo un po’ di corone dallo sportello bancomat e ci dirigiamo alla metropolitana al terminal 3 che, in poco meno di 20 minuti, ci porta in centro.Dopo aver lasciato i bagagli in hotel ci dirigiamo alla scoperta della città.Il nostro tour inizia da Rosenborg Slot. Il castello, che risale al 1600, venne utilizzato per le funzioni ufficiali e per custodire i cimeli della famiglia reale. Oggi funge da museo e custodisce i gioielli della corona. Noi non abbiamo visitato l’interno, ma per chi fosse interessato il prezzo è di 105 Dkr. Ci limitiamo a girare per l’immenso parco che lo circonda e che funge da punto di ritrovo per molti cittadini che vogliono rilassarsi o leggere un libro all’ombra delle piante.

20160906_103613_hdr

Da qui proseguiamo per Amalienborg Slot, il palazzo reale danese, dove assistiamo al cambio della guardia che avviene tutti i giorni alle 12 in punto! Assolutamente da non perdere! Prima di lasciare il quartiere reale , diamo un’occhiata alla Marmorkirken, la chiesa di marmo, la cui cupola ricorda quella di San Pietro a Roma. L’ingresso, per chi fosse interessato, costa 5 euro.

Proseguiamo la nostra camminata in direzione sud, verso il porto di Nyhavn. Fiancheggiato da colorate case in stile olandese, il canale fu costruito nel Seicento per collegare il porto al centro città! Meta indiscussa di numerosi turisti, rimane, secondo me, uno dei luoghi più belli di Copenaghen. Per pranzo ci spostiamo nel quartiere di Christianhavn e più precisamente a Papiroeen (Isola della carta) dove si trova il Copenaghen Street Food, un mercato pieno di furgoncini e bancarelle dove potrete gustare piatti da ogni parte del mondo!Con la pancia piena riprendiamo il nostro cammino in direzione Nord. Attraverso l’isola pedonale che costeggia il porto, raggiungiamo la famosa statua della Sirenetta, uno dei personaggi più famosi delle favole di Christian Andersen.

Proseguiamo poi verso il Kastellet, un parco fortificato a forma di stella. Questa fortezza, risalente al 1662, è circondata da verdi bastioni e da un fossato, e racchiude splendide caserme rosse settecentesche.Durante la seconda guerra mondiale i nazisti ne fecero il loro quartier generale, mentre oggi è sede del Ministero della Difesa danese.


All’interno del parco troviamo inoltre un antico mulino a   vento, cannoni e la bellissima chiesa anglicana di Sant Alban. Sarà stato complice il bellissimo tempo che abbiamo trovato,ma questo parco mi ha davvero conquistata! Non potete lasciare Copenaghen senza visitarlo! L’ingresso è gratuito.

img-20160907-wa0002
Sono già le 7 e non abbiamo ancora fatto il check-in nel nostro albergo. Lo raggiungiamo con la metro e, dopo aver recuperato i bagagli che ci avevano gentilmente tenuto da parte fin dalla mattina, ci sistemiamo in camera. Giusto il tempo di prendere una felpa di scorta e siamo di nuovo in centro per l’ora di cena. Ci fermiamo a Nyhavn per scattare bellissime foto al tramonto; la luce che si riflette sulle imbarcazioni è perfetta a quest’ora!
Per cena torniamo a Papiroeen, dove proviamo un piatto tipico di Marrakech, il Mesmen, un pane sfogliato marocchino, ripieno di  verdure!
La stanchezza inizia a farsi sentire. Siamo in piedi dalle 4 del mattino e il nostro contapassi segna ben 23 km fatti a piedi. Siamo davvero cotti! Scattiamo qualche foto by night al porto e torniamo in hotel, dove crolliamo non appena tocchiamo il cuscino!

7 Settembre:
Dopo una bella colazione in camera, lasciamo l’hotel e dato che dovremo girare a piedi per tutto il giorno, chiediamo se gentilmente ci possono tenere i bagagli.
Lasciato l’albergo ci incamminiamo verso la famosa zona del Tivoli. Partiamo dai famosi giardini di Tivoli. Risalgono al 1843 e sono uno dei parchi divertimenti più antichi del mondo! Noi non abbiamo avuto il tempo per visitarlo, ma se siete interessati il prezzo è di 13 euro per l’ingresso a cui dovrete poi aggiungere circa 3 euro per ogni singola giostra.  Altrimenti vi è biglietto cumulativo per tutte le giostre al prezzo di 27 euro.
Di fianco al Tivoli troviamo la piazza del comune, con il Radhus, il municipio del 1905.

Da qui parte la famosa via dello shopping: la Stroget. La via è lunghissima e piena di negozi di tutte le marche! Circa a metà, lasciamo Stroget e ci dirigiamo sulla piccola isola di Slotsholmen, circondata da piccoli canali. L’isola ha svolto un ruolo chiave nella storia di Copenaghen: fu qui che nel 1167 il vescovo Absalon fondò la fortezza intorno a cui si sarebbe sviluppata la futura capitale danese. Oggi, sopra le rovine di quella fortezza, sorge il Christianborg Slot, sede del Parlamento nazionale, dell’ufficio del primo ministro e della corte suprema. Nell’angolo orientale dell’isola, troviamo la Borsen, l’edificio della borsa, sormontato da una guglia alta 56 metri formata dalle code intrecciate di quattro draghi.


Scattate le foto di rito, proseguiamo verso il quartiere di Christianhavn, collegata al centro tramite un ponte. E’ una zona prevalentemente residenziale, famosa per la piccola comunità di Christiania.

20160907_130043_hdr
Christiania è una comunità alternativa autogestita fondata nel 1971, quando un gruppo di anarchici occupò una base militare abbandonata. Oltre alla famosa Pusher Street,  si possono ammirare le bizzarre case costruite dagli stessi abitanti con materiali di recupero e i bellissimi murales colorati. Girare per questa cittadina è davvero suggestivo. Ma ricordatevi le 3 regole di Christiania: divertitevi, non correte (potreste scatenare il panico) e non fotografate! Le foto in genere sono ammesse, tranne nel quartiere della droga, dove gli spacciatori possono diventare aggressivi se fotografati.

Per pranzo torniamo sempre a Papiroeen, non lontano da Christiania. Dopo un gustoso pranzo con un super hotdog e un delizioso dolcetto, ci rilassiamo sulle sdraio nel cortile affacciato sul porto. Riprendiamo il nostro tour e percorriamo il ponte che ci porta a Nyhavn. Da qui riprendiamo la via Stroget e raggiungiamo la torre circolare “Rundetarn”, risalente al 1600 e usata, in passato, come osservatorio astronomico. Oggi, percorrendo la lunga rampa a spirale, si raggiunge la cima, da cui si gode una magnifica vista sulla città!

20160907_161026_hdr
Ci spostiamo poi nel quartiere latino, dove troviamo l’università e diversi localini frequentati da studenti.
Durante la nostra passeggiata vediamo inoltre la Frue Kirke, la cattedrale di Copenaghen risalente al 1829.
Sono già le 17.00 e dopo una gustosa merenda con Churros, lasciamo la città e torniamo in hotel a prendere i nostri bagagli. Prendiamo quindi la metro e ci rechiamo in aeroporto dove, dopo un’interminabile coda ai controlli, prendiamo il nostro volo.
Torniamo a casa con le gambe distrutte e con tanti km macinati a piedi, ma consapevoli di aver visitato, a nostro avviso, una delle capitali più belle d’Europa!

Ci torneremo sicuramente per vederla con un po’ più di calma 🙂

CONSIGLI UTILI:
– per quanto riguarda il cambio, noi abbiamo prelevato direttamente dal bancomat in aeroporto appena arrivati. Ma in città accettano le carte di credito/bancomat praticamente ovunque. Potete pagare tranquillamente sempre con quelle.
-Copenaghen è abbastanza cara. Tenete conto quindi di spendere un bel po’, soprattutto per il mangiare.
-Per i trasporti, consiglio di prendere la city pass. Costa 11 euro per 24 ore e vi permette di prendere bus e metro, compresa la fermata dell’aeroporto. Si compra nelle biglietterie automatiche in aeroporto o in giro per la città. Non va convalidata. Sul biglietto vi è già scritta la data e la scadenza.
-Andate in aeroporto almeno un’ora e mezza prima del vostro volo, anche se avete solo il bagaglio a mano. La coda ai controlli è lunghissima, con tempi di attesa di almeno 30 minuti!

DOVE MANGIARE:

Noi abbiamo sempre mangiato a Papiroeen. Si tratta di un grande mercato di Street Food situato nel quartiere di Christianhavn, dove potete gustare specialità da ogni parte del mondo. I prezzi sono abbastanza cari, come in tutta la città.

DOVE DORMIRE:
Abbiamo soggiornato presso il “First Hotel G Apartments. L’abbiamo trovato comodo per la vicinanza al centro che si raggiunge con una passeggiata di 15 minuti. Si trova comunque vicino alla fermata della metro “Forum”.Le camere sono mini appartamenti spaziosi; comodissimi per chi vuole cucinare senza spendere troppi soldi in bar o ristoranti. Noi abbiamo sfruttato la nostra cucina solo per la colazione. La sera prima eravamo troppo stanchi per preparare la cena 😉
Il personale è gentilissimo e se , come noi, avete in programma di rimanere solo una notte e di girare la città in due giorni pieni, potete lasciare i bagagli al deposito dell’hotel senza problemi!

Annunci

2 pensieri riguardo “COPENAGHEN IN DUE GIORNI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...